Torna il Parco Urbano delle Cantine di Rapolla

Torna il Parco Urbano delle Cantine di Rapolla

Condividi su

Torna, dopo due anni, l’ 8 e il 9 ottobre, uno fra gli eventi lucani più attesi dell’Autunno. Si riaccendono le luci del Parco Urbano delle Cantine di Rapolla giunto alla sua diciottesima edizione.

Rapolla e le sue risorse

Il piccolo borgo di Rapolla, appollaiato nel cuore del Vulture Melfese, conosciuto come fra i più belli della Basilicata, è un paese ricco di risorse. Il clima mite e le terre di origine vulcanica, che rendono il terreno particolarmente fertile, formano un perfetto connubio per la produzione di eccellenze agroalimentari locali come olio, castagne, salumi e il noto Aglianico del Vulture, vitigno autoctono della zona del Monte Vulture. Soprannominato il “Barolo del sud”, l’aglianico con il suo color rosso rubino conquista con il suo sapore asciutto e vellutato.

Fonte foto: eborghi

Per esaltare e valorizzare la produzione locale di vino e castagne il comune di Rapolla, nel 2003, ha dato vita ad una vera e propria festa. Una manifestazione enogastronomica che, anno dopo anno, ha visto crescere con successo il riscontro dei visitatori sino a registrare numeri record di presenze nell’ultima edizione prima dell’obbligata sospensione a causa della pandemia.

Parco Urbano delle Cantine di Rapolla

Il Parco Urbano è formato da una serie di grotte secolari scavate nel tufo vulcanico in cui sono situate le cantine produttrici di vino. La temperatura all’interno delle grotte è ottimale per la conservazione dell’Aglianico. Questo sentiero formato dalle cavità ipogee, per l’occasione, viene illuminato a festa da torce ardenti, candele e proiezioni di luci.

E’ una vera e propria festa dove cultura, tradizioni e territorio si raccontano attraverso il cibo in un suggestivo scenario fra le cantine che per un weekend aprono le loro porte accogliendo i visitatori fra le diverse degustazioni. Non solo vino, anche tanta gastronomia locale. All’interno delle grotte/cantine sarà possibile assaggiare prodotti tipici impiegati nelle tradizionali preparazioni culinarie rapollesi. U cuturidd, le cicerchie, il cauzungidd d castagne, i papareul arraganat sono solo alcune delle delizie che si potranno assaporare.

Qui troverete tutte le specialità da degustare.

Fonte foto: ondalucana

Il Programma

Parco Urbano delle Cantine di Rapolla non è soltanto gastronomia, degustazioni, profumi e sapori d’autunno. Un ricco programma di imperdibili eventi e spettacoli folkloristici allieteranno le giornate di festa e vi proietteranno in un clima d’altri tempi, dove la genuinità e la semplicità padroneggia fra i vivaci vicoli e le piccole briose piazze.

Fonte foto: parcourbanodellecantinedirapolla

Sarà possibile assistere a:

  • Musica e spettacoli itineranti a cura di Street Band, gruppi folkloristici e artisti di strada.
  • Dimostrazioni della trasformazione del latte in prodotti caseari con metodi tradizionali.
  • Pigiatura dell’uva a piedi nudi come da antica tradizione.
  • Spettacoli di Arcieri, falconieri, musici e sbandieratori.
  • Corteo medievale.
  • Rievocazione storica della distruzione di Rapolla (1253-1254) dell’assalto degli arcieri di Galvano Lancia.
  • Un viaggio nel tempo, dove storia, cultura e tradizioni celebrano il ricco territorio lucano.

Qui il programma dettagliato.

Come arrivare:

Da Potenza (48 km) si raggiunge Rapolla percorrendo le SS658 direzione nord.

Dall’autostrada dei Due Mari A16 (Napoli – Canosa) si esce a Candela e si prosegue sulla SS655 e SS658 in direzione Sud.


Condividi su