Bassano del Grappa: tra misteri e tradizioni

Bassano del Grappa: tra misteri e tradizioni

Condividi su


Fonte foto: Veneto Info

Sul ponte di Bassano ci darem la mano ed un bacin d’amor…

Se si escludono dai giochi Venezia e Verona, esiste un solo posto, in tutto il Veneto, famoso per la sua atmosfera romantica: Bassano del Grappa. Questa ridente cittadina, la più grande della provincia di Vicenza dopo il capoluogo, sorge ai piedi del Massiccio del Grappa, da cui prende il nome.

Vale la pena girare per Bassano, soprattutto il suo centro storico: la sua struttura di base è molto antica e conserva ancora tracce di storia risalenti al medioevo, anche se le sue origini sono molto più antiche. Tuttavia, il motivo della fama di Bassano risiede in un suo prodotto tipico famoso in tutto il mondo e nella sua storia più recente e sfortunata.

Seguitemi per scoprire i luoghi più famosi da visitare a Bassano del Grappa.

Il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini

Ponte vecchio - Bassano del Grappa

Ponte vecchio di Bassano del Grappa
Fonte foto: Wikipedia

Questo è il ponte di cui vi accennavo poco fa, uno dei luoghi più romantici esistenti nel Veneto. Sotto di lui scorre il fiume Brenta, croce e delizia di Bassano del Grappa. Infatti sono state moltissime le volte in cui il Brenta ha straripato, costringendo i bassanesi a rifarlo più e più volte, sempre seguendo un antico progetto di Andrea Palladio. Ora, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Alpini, hanno terminato gli ultimi lavori, per cui non ci sarà nulla a ostacolare la splendida vista del Massiccio del Grappa che domina la città. Si narra che le coppie che si baciano su quel ponte non si lasceranno mai.

Il Museo degli Alpini

Museo degli Alpini - Bassano del Grappa

Museo degli Alpini di Bassano del Grappa
Fonte foto: Ana Montegrappa

In uno degli estremi del Ponte Vecchio è presente una taverna con un aspetto caratteristico. Vi basterà entrare e pagare un euro per avere accesso al Museo degli Alpini. Qui vi troverete tutti i cimeli e i tragici racconti delle guerre, che a Bassano del Grappa hanno lasciato un segno molto profondo.

Viale dei Martiri

Bassano del Grappa - Viale dei Martiri

Viale dei Martiri a Bassano del Grappa
Fonte foto: Pietre della memoria

Un altro luogo dove la guerra ha impresso il suo marchio infame è questo viale, sui cui alberi, ancora presenti, vennero impiccati trentuno partigiani. Ora il viale è diventato un monumento a monito per le generazioni future, perché non si ricada mai più nella barbarie del passato.

Grapperia Nardini

Bassano del Grappa - Grapperia Nardini

Grapperia Nardini
Fonte foto: Ostello Bassano del Grappa

Eccoci arrivati al prodotto più famoso di Bassano del Grappa: la grappa, appunto. La distilleria in cui viene prodotta è la Grapperia Nardini, la più antica d’Italia. Quest’azienda non ha mai conosciuto crisi. Infatti, a più di duecento anni dalla sua fondazione (è nata nel 1779), lavora ancora a pieno ritmo, con più di settanta dipendenti e con metodi all’avanguardia per la produzione della grappa.

Poli – Museo della Grappa

Museo della Grappa - Bassano del Grappa

Museo Poli
Fonte foto: Invasioni Digitali

Se volete saperne di più sulla produzione della grappa, tuttavia, il mio consiglio è di fare una visita a questo museo, in cui potrete vedere come la grappa di Bassano ha avuto origine. Non vi sarà negata una degustazione dei prodotti e, alla fine della visita, potrete anche fare qualche acquisto!

Il Castello degli Ezzelini

Castello degli Ezzelini - Bassano del Grappa

Castello degli Ezzelini
Fonte foto: sito Hotel Brennero

Una delle ombre nella storia del Veneto è stata la tirannia di Ezzelino da Romano, Quest’ultimo fu l’ultimo discendente della potente famiglia degli Ezzelini. Rimangono ancora tracce di quella dinastia, che tanto ha segnato la storia veneta. A Bassano del Grappa si può trovare il Castello della famiglia, che attualmente apre per delle mostre temporanee. Narra la leggenda che, in certe serate, è possibile sentire il fantasma di Ezzelino urlare. Le sue urla sono accompagnate da forti rumori di spade e mazze, proprio alla base del castello.


Condividi su