MTV Video Music awards: David Bowie vince la prima edizione con China Girl

Condividi su

Fonte foto: Billboard

Gli MTV Video Music Awards sono la celebre manifestazione annuale organizzata dall’omonima emittente televisiva degli USA. Ideata in alternativa ai Grammy Awards, ha visto andare in onda la prima edizione il 14 settembre 1984 al Radio Music City Hall di New York ed è stata presentata da Dan Aykroyd e da Bette Midler.

Durante lo spettacolo, continuano ancora oggi ad essere premiati i migliori video musicali e canzoni degli ultimi 12 mesi. Tra le diverse categorie premiate del lontano 1984 c’erano: “Video dell’anno” (la più ambita), “Miglior artista esordiente”, “Miglior video di un gruppo”, “Miglior video di un’artista donna”, “Miglior video di un artista maschile”.

In quest’ultima categoria i candidati erano di ottimo livello:

  • Herbie HancockRockit
  • Michael JacksonThriller
  • Billy JoelUptown Girl
  • Lionel RichieAll Night Long (All Night)

Quell’anno Michael Jackson era uscito con l’album “Thriller” –  il disco che è ancora oggi il più venduto di tutti i tempi – e si apprestava a fare da asso pigliatutto della manifestazione.

Ma quasi a sorpresa aveva vinto David Bowie con China girl. Al ritiro del premio non si presentò il Duca Bianco che fu sostituito da Iggy Pop suo grande amico, oltre che coautore del brano

Si narra che fu proprio lui a ispirare il pezzo, scritto nel 1977. In quell’anno, Iggy Pop stava vivendo una storia d’amore con una donna vietnamita. Era inevitabile che i due ne scrivessero una canzone, tenuto conto anche che lo stesso Bowie era affascinato dalla cultura orientale. Fu inserita nel primo album solista di Iggy Pop – The idiot (1977)  una versione intimista: il cantato all’inizio è sommesso per poi esplodere come se fosse preso dall’eccitazione.

Nel 1984 – appunto – Bowie decise di inserirlo nell’album “Let’s dance”. Si dice che l’abbia fatto per aiutare l’amico Iggy che in quel periodo era sull’orlo della bancarotta, permettendogli di prendersi metà dei diritti e di risollevarsi economicamente.

La critica

Prodotto da Nile Rodgers, ex chitarrista degli Chic, e pubblicato in una versione più radiofonica, con l’intro di chitarra simil cinese e la batteria elettronica, tipica degli anni ottanta, China Girl attirò gli attacchi della stampa musicale che la considerava una delle canzoni più brutte mai realizzate dal musicista inglese.

Anche il videoclip ricevette delle critiche: molti storsero il naso perché la ragazza cinese era presentata in maniera stereotipata, come una geisha, mentre Bowie interpretava l’uomo bianco dominante.

A chi lo accusava di razzismo, David Bowie rispose che il fine del video era quello di “denunciare il razzismo, esasperandolo”.

Lo fece, sfruttando le sue potenzialità derivanti dalla divulgazione che, stava diventando sempre più ampia nella cultura di massa.


Condividi su