cocktail bar

I 4 cocktail bar più famosi di Roma

Condividi su

Siete di passaggio nella città eterna e non sapete dove poter gustare un ottimo cocktail, magari proprio a due passi dal centro? Niente paura, in questo articolo vi sveleremo quali sono i 4 cocktail bar più famosi di Roma!

The court, Colosseo. Parola d’ordine: raffinatezza

Il Colosseo sullo sfondo e l’atmosfera raffinata sono gli elementi di questo cocktail bar firmato Matteo Zed, bartender di fama internazionale.

Il The court, aperto nel luglio 2019, si presenta come una vera corte cinta tra due alti muri: il bancone moderno da un lato, i salotti e i tavolini dall’altro, con un passaggio che separa gli ambienti. Dall’arancio al giallo, dal blu notte al bianco e al nero: i vivaci colori del The court si fondono con uno stile che presenta, al contempo, aspetti moderni ed eleganti.

La presenza del bancone in travertino lungo sette metri e mezzo, con le bottigliere in ferro nero a vista, rende l’ambiente ancora più raffinato e accogliente. Il Colosseo sullo sfondo, poi, conferisce al The court un aspetto affascinante e invidiabile. Dopotutto, il cocktail bar sorge proprio su Via Labicana, nel cuore della Roma imperiale.

cocktail bar

Fonte foto: forbes.it

Freni e Frizioni, Trastevere. Parola d’ordine: aperitivo

Quando si passa per Roma, una capatina in zona Trastevere – il cuore pulsante del centro romano – è inevitabile. Ed è proprio fra le viette in sanpietrino di Trastevere che sorge Freni e Frizioni, un cocktail bar nato nel 2005 al posto di un’officina meccanica (di cui ha mantenuto il nome).

Sito in Via del Politeama, proprio a ridosso di Ponte Sisto, Freni e Frizioni nasce con l’obiettivo di trapiantare nella città eterna il rito dell’aperitivo tradizionalmente consumato nelle regioni del nord Italia. Gli arredi retrò, i lampadari vistosi e i quadri presenti nel locale lo rendono un posto elegante e informale, nel rispetto di alti standard qualitativi.

Insomma, Freni e Frizioni è un cocktail bar iconico sulla scena romana, che è addirittura entrato di recente nella classifica internazionale di Tales of the Cocktail!

cocktail bar

Fonte foto: tripadvisor.it

Jerry Thomas Speakeasy, Castel Sant’Angelo. Parola d’ordine: secret bar

ll Jerry Thomas Speakeasy nasce nel 2010 dall’idea di un gruppo di bartender di riportare alla luce uno stile di miscelazione ormai dimenticato. Sito nel cuore della capitale, proprio a due passi da Castel Sant’Angelo, il Jerry Thomas Speakeasy nasce per mettere a disposizione di colleghi, appassionati e curiosi un luogo dove sperimentare e condividere le loro particolari esperienze.

Cosa vuol dire secret bar? Il locale romano nasce ormai un decennio fa come bar segreto, ma poi ha deciso di rendere pubblico il proprio indirizzo. Speakeasy, infatti, letteralmente significa “parlar piano, con tranquillità, senza tensione”. Il Jerry Thomas, difatti, affonda le sue origini nei lontani anni del proibizionismo americano, di cui recupera non solo gli ideali, ma anche gli arredi.

Essendo un circolo-speakeasy, si consiglia sempre di accedere su prenotazione (proprio perchè si tratta di un locale molto amato e preso d’assalto, si consiglia di chiamare qualche giorno prima). Inoltre, al Jerry Thomas si entra solo se si conosce la parola d’ordine, nascosta nella homepage del sito.

Insomma, vi abbiamo incuriosito?

cocktail bar

Fonte foto: romaluxury.com

Bootleg, Nomentana. Parola d’ordine: vintage

Spostandoci completamente dal centro storico, ma rimanendo sempre in una zona piena di ottimi locali in cui fermarsi, nel quartiere Monte Sacro sorge il Bootleg, un locale dallo stile vintage che si ispira sempre al Proibizionismo americano.

Con il termine Bootleg, infatti, largamente utilizzato nell’era del proibizionismo statunitense, ci si riferiva dapprima alla gamba dello stivale e successivamente, a fronte del suo impiego come nascondiglio per l’alcol, alla merce di contrabbando. Un nome curioso, non trovate?

Anche il Bootleg punta ad alti standard qualitativi, rinnovando sempre il menù in base alla stagionalità degli ingredienti. I cocktail preparati al Bootleg non puntano esclusivamente ad appagare il palato, ma anche a riscaldare l’anima, provando a rievocare sapori associati al nostro passato e ai ricordi di particolari momenti.

cocktail bar

Fonte foto: zero.eu


Condividi su