Buon compleanno, Nick Cave!

Condividi su

Fonte immagine: vanityfair.it

Compie oggi 65 anni Nick Cave, cantautore australiano. La carriera di Cave non si è fermata però solo a quella di cantautore e musicista. In occasione del suo compleanno, ripercorriamo quindi la sua vita e carriera, scoprendo qualcosa in più su di lui.

Biografia e storia artistica

Nicolas Edward Cave nasce il 22 settembre del 1957 in un villaggio dello stato australiano Victoria. Durante l’adolescenza, ha incontrato Mick Harvey, con cui ha fondato la sua prima band, i Concrete Vulture. La band ha poi cambiato due volte nome, prima in Boys Next Door e infine The Birthday Party.

In seguito allo scoglimento del gruppo, Nick Cave ha fondato nel 1983 i Nick Cave and The Bad Seeds con il chitarrista Blixa Bargeld, il bassista Barry Adamson e il chitarrista Hugo Race.

Il gruppo è tutt’ora attivo e il tipo di musica che fanno è rock alternativo e post punk.

La vita di Nick Cave è stata purtroppo costellata da tragedie: nel 1978 suo padre è morto in un incidente, nel 2015 è morto suo figlio Arthur in seguito alla caduta da una scogliera e anche il figlio Jehtro Lazenby  venuto a mancare nel 2022.

Non solo cantautore

Come anticipato, la carriera di Nick Cave non si ferma a quella già ricchissima da cantautore. Ha infatti partecipato alla composizione di numerose colonne sonore, fra cui ricordiamo ad esempio quella de La Proposta (2005), Lawless (2012) e molte altre. È anche il compositore di Blonde (2022).

Ha anche lavorato come sceneggiatore in Ghost of the Civil Dead (1998), La Proposta (2005) e Lawless (2012). Ha anche recitato in varie pellicole, la prima è stata Il cielo sopra Berlino (1987).

Ma non è tutto, perché Nick Cave ha anche una carriera letteraria: nel 1988 ha pubblicato King Ink, raccolta di poesie e testi in prosa; due romanzi E l’asina vide l’angelo (1989) e La morte di Bunny Munro (2009). Nel 2014 ha anche pubblicato il libretto per l’opera Shell Shock, opera che lo stesso anno ha debuttato a Bruxelles.

Si tratta quindi senza dubbio di un artista poliedrico ma anche abbastanza sfortunato a cui non possiamo fare altro che augurare un buon compleanno!


Condividi su