Il graphic novel, il genere letterario a metà tra romanzo e fumetto

Il graphic novel, il genere letterario a metà tra romanzo e fumetto

Condividi su

Le origini

Prima ancora di capire cosa sia il graphic novel, facciamo un breve excursus storico. La nascita del graphic novel, secondo Marco Pellitteri, sociologo dei media, si fa risalire al 1950 con la pubblicazione di It rhymes with Lust, scritto da Arnold Drake e Leslie Waller, disegnato da Matt Bsaker. Fu un’opera originale in quanto si trattava di un romanzo per immagini, ovvero il picture novel.

Il primo vero e proprio graphic novel venne pubblicato dal fumettista statiunitense Will Eisner, con il suo Contratto con Dio. Il libro è diviso in quattro racconti e narra le vicende di un ebreo, tale Frimme Hersch, che abita nel Bronx: un’opera che tratta per la prima volta di temi basilari come la società, la religione, la vita quotidiana. Altra opera da sottolineare per lo sviluppo del graphic novel fu il libro Maus di Art Spiegelman nel 1986, opera che tratta della Shoah e mette in scena figure di topi (gli ebrei) e di gatti (i nazisti).

graphic novel

Graphic Novel in Italia

La nascita del graphic novel in Italia risale agli anni ’60 grazie a La rivolta dei racchi di Guido Buzzelli del 1966 e a  Una ballata del mare salato di Hugo Pratt del 1967. Nel 1969 Dino Buzzati pubblicò il Poema a fumetti. Negli anni successivi ricordiamo, tra gli altri, autori come Andrea Pazienza, Bonvi, Guido Crepax e riviste come Linus, Corto Maltese, Comic Art. Negli ultimi anni il graphic novel  è divenuto un genere molto libero, abbracciando tematiche tipiche delle arti espressive. Ricordiamo opere come LMVDM,la mia vita disegnata male, scritta da Gipi, con la quale l’autore ripercorre un viaggio negli anni della fanciullezza e della giovinezza, oppure come il Dottor Nefasto di Lorenzo Mattotti.

Differenza tra Fumetti e Graphic Novel

Si può affermare che non tutti i fumetti sono graphic novel, mentre tutti i graphic novel sono libri a fumetti. Cos’è allora un graphic novel? E’ un romanzo grafico o romanzo a fumetti, quindi si tratta di una varietà dell’arte del fumetto, basata sulla narrazione e con la struttura tipica del romanzo.

Qual è allora la differenza tra il graphic novel ed il fumetto da edicola? E’ una differenza che sta sempre più sfumando nel corso degli anni. Possiamo senz’altro condividere l’opinione del Frezza, per cui oggi il fumetto risulta molto simile al graphic novel. La differenza sta nel fatto che i fumetti sono opere seriali, non concepiti come un vero e proprio romanzo, ma come una storia che ha un suo svolgimento e ciò è una differenza sia di forma che di sostanza. Nei fumetti seriali, tuttavia, ritroviamo personaggi con una spiccata profondità psicologica, tipici del graphic novel.


Condividi su