Don’t Look Up: tutto sul film

Condividi su

Era da molto tempo che non capitava di vedere così tanti grandi attori, riuniti in un unico grande film. In Don’t Look Up, infatti, vedremo: Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence, Jonah Hill, Mark RylanceTimothée Chalamet, Ariana Grande e perfino Cate Blanchett e Meryl Streep.

A riuscire nell’impresa è stata la piattaforma Netflix, ormai numero uno quando si tratta di ingaggiare le star più famose e talentuose star di Hollywood, e Adam McKay, che proprio grazie a una pellicola distribuita sulla piattaforma streaming, La grande scommessa, ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura nel 2016.

Il film è tra i più attesi sulla piattaforma, anche perché ha subito dei rallentamenti causa Covid-19, ma finalmente riusciremo a vederlo.

L’argomento centrale del film è l’ambiente, ovvero il cambiamento climatico, argomento, che, come tutti sanno, è molto sentito dall’interprete principale, Leonardo DiCaprio, ma vediamo ora nel dettaglio la trama di questo straordinario film.

La trama

Al centro delle vicende narrate nel film ci sono due personaggi principali: Kate Dibiasky una laureanda in astronomia, interpretata da Jennifer Lawrence e il suo professore universitario Randall Mindy, interpretato da DiCaprio. I due astronomi fanno una straordinaria scoperta: una cometa è in rotta di collisione con la Terra.

Un vero e proprio problema per milioni di persone, ma scopriranno presto che ce n’è uno più grande: a nessuno importa che vi sia un enorme pallottola grande come il Monte Everest che sta per colpire il Pianeta.

Grazie all’aiuto del dottor Oglethorpe interpretato da Rob Morgan, Kate e Randall intraprendono un disperato tour mediatico per informare tutti di quanto sta per accadere. Arrivano fino all’ufficio di presidenza degli Stati Uniti d’America, dove trovano un’indifferente presidente Orlean, con il volto di Meryl Streep, che non si cura della notizia.

Stessa reazione da parte del figlio Jason, capo di gabinetto, interpretato da Jonah Hill.

A nessuno interessa quanto accadrà tra poco più di sei mesi sulla Terra.

Il messaggio del film

Il messaggio che questo film vuole lasciare p che oggi, il mondo è ossessionato dai social media, luoghi pieni di notizie con una vita massima di 24 ore. Interessare quindi il pubblico su quanto accadrà tra sei mesi sembra proprio una missione impossibile. I mezzi d’informazione ci sono, ma in Don’t Look up è palese la loro distorsione e il loro malfunzionamento.

McKay punta sull’effetto tragicomico per questa commedia satirica. Esaspera le paure e le emozioni umane. L’ansia del professor Randal, (DiCaprio) si contrappone a una lucida indifferenza del presidente degli Stati Uniti, (Meryl Streep). Il risultato è a mio parere personale, qualcosa di geniale e straordinario. Far notare come una minaccia naturale anziché unire l’umanità per collaborare, tende a essere ignorata globalmente.

Personalmente ritengo che se non iniziamo fin da subito a cambiare il nostro modo di comportarci gli uni con gli altri, questa situazione sarà molto più vicina alla realtà di quanto potremmo mai pensare. E il comportamento di moltissime persone causa Covid, ne è già una grande prova.

Trailer e data d’uscita

Il lancio del film è previsto per dicembre, più precisamente il 10 dicembre uscirà nelle sale cinematografiche, in un numero limitato di sale, e poi dal 24 dicembre arriva su Netflix per tutti gli abbonati alla piattaforma. Di seguito vi ascio anche il trailer ufficiale del film, buona visione! E ci vedremo presto per la recensione.


Condividi su