Pride month: i migliori film per celebrarlo

Condividi su

Giugno è il mese del Pride month, e un’imperdibile occasione per celebrare questo evento con dei film che hanno fatto la storia del cinema dal punto di vista LGBT. Ripercorriamo insieme una lista delle pellicole più belle, che affrontano con delicatezza delle tematiche sempre più attuali.

I segreti di Brokeback Mountain

Da un regista di culto, Ang Lee, un film ad alto impatto emotivo reso indimenticabile dalle interpretazioni di un cast stellare: Jake Gyllenhaal, Michelle Williams e soprattutto il compianto Heath Ledger, che in questo lungometraggio ha dato il meglio di sé riuscendo a trasmettere le emozioni del suo personaggio non tanto con le parole, ma quasi solo con l’intensità dello sguardo.

Pride month: i migliori film per celebrarlo

Fonte foto: hotcorn.com/it

Ambientato nel 1963, il film racconta la storia di due cowboy del Wyoming, Jack ed Ennis, che vengono ingaggiati per condurre un gregge di pecore a Brokeback Mountain. Nel corso di questa esperienza si innamorano l’uno dell’altro, ma alla conclusione del lavoro prendono strade diverse; passeranno il resto della vita tenendo nascosta la loro relazione, fatta di pochi incontri sporadici ma significativi.

Il finale, a conclusione di un film delicato e coinvolgente, vi resterà impresso e vi commuoverà fino alle lacrime.

Philadelphia

Un altro film che lascia il segno, interpretato da un ottimo Tom Hanks, che grazie a questa pellicola ha vinto l’Oscar come miglior attore.

Fonte: cahiersdesarts.it

Descrive in modo perfetto l’emarginazione cui viene costretto il protagonista, Andy Beckett, avvocato omosessuale che, quando scopre di essere affetto dall’AIDS, viene licenziato dallo studio legale in cui lavora. Vincerà una causa per difendere i propri diritti solo dopo un processo lungo e doloroso, durante il quale verrà difeso da Joe Miller (Denzel Washington), un altro avvocato che inizialmente provava nei suoi confronti diversi pregiudizi.

Chiamami col tuo nome

Film del 2017 ma ambientato negli anni ’80, tratto da una sceneggiatura di James Ivory, Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino punta l’occhio della telecamera su Elio Perlman (il giovane attore Timothee Chalamet, poi visto nello spettacolare Dune di Denis Villeneuve), che durante le vacanze estive, che trascorre in una villa del 17° secolo in Lombardia, intreccia una storia d’amore con il dottorando Oliver (Armie Hammer), assistente di suo padre.

Fonte: sky.it

Le fate ignoranti

Il regista turco naturalizzato italiano Ferzan Özpetek sa sempre stupire con film che scavano nell’animo umano, e con Le fate ignoranti, grazie all’ottima prova di Margherita Buy, ci regala una delle sue produzioni migliori.

Fonte: fanpage.it

La pellicola parla di Antonia, una dottoressa la cui vita viene stravolta dalla morte improvvisa del marito. Convintasi che il suo compagno avesse un’amante segreta, intraprende delle ricerche per indagare sul suo passato e scopre che, in realtà, era innamorato di un uomo, Michele (Stefano Accorsi). Stupefatta ma incuriosita da un mondo sotterraneo di cui non era a conoscenza, Antonia instaurerà con Michele un’amicizia ambigua e tormentata.

The Danish girl

The Danish girl è un film raffinato, arricchito da un’interpretazione eccellente da parte di Eddie Redmayne e Alicia Vikander, che con questa pellicola ha vinto la statuetta dell’Oscar come migliore attrice non protagonista.

Pride month: i migliori film per celebrarlo

Fonte foto: cineuropa.org/it

Descrive la storia non convenzionale di Einar e Gerda Wegener, marito e moglie nonché colleghi pittori danesi negli anni ’20 del XX secolo, che diventa particolarmente complessa quando Gerda chiede al marito di indossare abiti femminili per sostituire la modella di un suo quadro. Visto il successo del dipinto, Einar poserà per la moglie in così tante occasioni da arrivare a mettere in discussione la propria identità di genere. Supportato dalla moglie nonostante la loro relazione di coppia sia mutata nel tempo, diventerà la prima persona della storia a sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale.


Condividi su