Scopriamo il sentiero di Capo Misen

Scopriamo il sentiero di Capo Miseno

Condividi su

Fonte foto: grandenapoli.it

Sulle pendici di un antico cratere sorge un sentiero naturalistico perfetto per chi è amante del trekking o per chi invece sta iniziando da poco. Immerso totalmente nella natura il sentiero di Capo Miseno presenta delle viste dall’alto spettacolari tanto da lasciarvi senza fiato. 

Il sentiero 

Definito uno dei cammini più belli d’Italia, dal percorso potrete godere di una vista mozza fiato. Perfetto per chi ama l’esplorazione, questa è un’esperienza a 360°, potrete immergervi completamente nella natura, nei fiori e nei profumi della macchia mediterranea. 

Se non siete pratici di trekking potete tranquillamente richiedere una guida pronta ad accompagnarvi.  Per un lungo tratto di strada sarete protetti da un muretto in tufo, ma attenzione a non sporgervi. 

Se durante il percorso saranno presenti con voi bambini o persone over 60, tenetele strette a voi, per evitare che possano inciampare. Fate attenzione in alcuni tratti perchè potrebbe essere ricoperto di vegetazione. 

Il sentiero che vi condurrà fino al faro di Capo Miseno, è anche chiamato sentiero degli uccelli, proprio per la presenza di quest’ultimi, in particolare dei gabbiani. Il faro si trova a circa 65m sopra il livello del mare, e se ad oggi appartiene alla marina militare e non è visitabile, un tempo era una torre di avvistamento dell’epoca aragonese. Il faro fu costruito solo dopo, nel XIX, grazie ad un decreto del re Vittorio Emanuele III. Purtroppo durante il secondo conflitto mondiale fu distrutto e solo nel 1948 fu ricostruito dalla marina militare. 

Durante questo splendida passeggiata all’insegna della natura, potrete fermavi a scattare foto alla natura, ma in particolar modo alle numerose viste mozzafiato. Potrete osservare dall’alto la Spiaggia di Miseno, le isole Procida, Ischia e Capri e i laghi di Bacoli. 

il sentiero di Capo Miseno

Fonte foto: napoliviaggiapiccoli.com

Consigli sul sentiero

Prima di tutto portate con voi una borraccia, piena d’acqua. Inoltre vi consigliamo di vestirvi leggero o a strati così da proteggervi in caso di forte vento, sempre per quanto riguarda l’abbigliamento non possono mancare le scarpe da trekking con una suola aderente. 

Inoltre il momento migliore per condurre questa emozionante avventura è il tramonto, che renderà le vostre foto ancora più belle. 

Come arrivare a Miseno

Il mezzo più veloce sicuramente è l’auto. Prendendo l’autostrada collegatevi alla tangenziale di Napoli, uscita Arco Felice e seguite le indicazioni per Bacoli. 

Potete anche scegliere i mezzi pubblici, come la Cumana da Napoli, in Piazza Montesanto, prendete la direzione Napoli-Torregaveta, uscite a Bacoli. 


Condividi su