I cannoli siciliani: storia e ricetta dell’iconico dolce siciliano

Condividi su

I cannoli siciliani sono uno dei dolci più famosi della pasticceria italiana e in particolare della Sicilia. Un dolce tradizionale che sembra non passare mai di moda, composto da una pasta croccante farcita da ricotta ed infine decorata con cedro e pistacchio. Questa è la composizione classica a cui si aggiunge la versione al cioccolato e al pistacchio, entrate ormai di diritto nella tradizionale pasticceria siciliana, grazie anche al fatto che il pistacchio di Bronte e il cioccolato di Modica sono due materie prime d’eccellenza del territorio siciliano. Scopriamo allora qualcosa in più di questo dolce e impariamo insieme come realizzarlo a casa.

La storia del cannolo siciliano

Nonostante il cannolo sia un dolce della tradizione siciliana, ancora oggi non si conoscono le sue origini. Anzi ci sono in realtà tre storie che si raccontano della nascita di questo dolce. La prima racconta che il dolce fu inventato nell’harem di un ricco emiro saraceno, che si era stabilito a Caltanissetta durante la dominazione araba nel X secolo a.C. Le donne dell’emiro, al fine di gratificare il loro uomo, non solo si dedicavano alla cucina ma inventavano sempre pietanze nuove che lo potessero sorprendere. Un giorno, volendo replicare un dolce arabo farcito alla ricotta inventarono il cannolo.

Nella seconda leggenda si narra invece che il cannolo fu inventato sempre da un gruppo di donne, ma in questo caso si parla di un gruppo di suore che vivevano in un convento di Caltanissetta. L’idea era quella di creare un dolce sostanzioso per festeggiare il carnevale prima del periodo di digiuno che si pratica durante la quaresima.

L’ultima versione, e quella che preferiamo, è quella secondo la quale le due leggende si uniscono in un’unica grande storia. Si racconta infatti che le donne dell’harem, con la sconfitta dei saraceni, decisero di restare in Sicilia e chiesero alle suore di un convento di Caltanissetta di essere accolte. È in questo contesto che le suore e le ex concubine dell’emiro si trovavano spesso a lavorare insieme condividendo i loro saperi, incluso le loro ricette. Così un giorno le ex concubine ricordarono un dolce di origine araba e con le suore tentarono di creare un dolce simile con i prodotti siciliani. Fu così che nacque il cannolo siciliano.

La ricetta per fare i cannoli siciliani in casa

Per fare i cannoli siciliani dobbiamo innanzitutto avere gli elementi indispensabili per realizzare un vero cannolo siciliano.

Per la crosta, anche detta scorza, servirà del Marsala e dello strutto. Per la farcitura invece non potete assolutamente procedere se non avete la ricotta di pecora. Per completare l’opera altri ingredienti indispensabili per un vero cannolo siciliano sono il pistacchio di Bronte, la cioccolata di Modica e le scorze di cedro candito di origine siciliana. Infine l’ultimo elemento degno di nota: lo stampo per cannoli, senza il quale sarà impossibile avvolgere il vostro cannolo.

Ora che abbiamo gli “indispensabili” scopriamo con calma tutti gli ingredienti.

Per la cialda:

– 250 gr di farina

– 60 ml di Marsala

– un cucchiaino di aceto di vino

– 1 cucchiaino di cacao amaro

– un pizzico di sale

– 30 gr di zucchero

– 2 tuorli

– 1 albume per chiudere la pasta

Per la farcitura:

– 500 gr di ricotta di pecora

– 150 gr di zucchero

Procedimento:

In una ciotola mettete la farina con il cacao e lo zucchero. Ora aggiungete lo strutto a pezzetti e i tuorli. A questo punto impastate e versate nell’impasto anche il Marsala, allungato con l’aceto. Infine aggiungete il pizzico di sale. A questo punto fate riposare per un’oretta. Prendete poi l’impasto e tagliatelo con un coppa pasta per ottenere un cerchio di pasta che avvolgerete attorno agli stampi per cannoli e fisserete con l’albume dell’uovo.

A questo punto dovrete solo friggere la crosta del vostro cannolo, facendo attenzione a non far toccare mai il fondo, magari aiutandovi con una schiumarola.

Ora il cannolo è pronto e potete conservarli fino a quando non dovrete mangiarli. È sconsigliato infatti farcirli prima perché la farcitura potrebbe bagnare la crosta e fargli perdere la sua croccantezza. L’ideale sarebbe farcirli al momento e magari decorarli a seconda dei gusti del momento.

Per la farcitura basterà setacciare la ricotta, aggiungere lo zucchero e mischiare il tutto. Se vi piace potete aggiungere ora le scaglie di cioccolata.

Quando dovrete consumare i cannoli con un sac-à poche farcite i cannoli e poi decorateli con la granella di pistacchio da una parte e con le strisce di cedro siciliano dall’altra. Adesso godetevi a pieno il vostro morso di mediterraneità.


Condividi su