“Women in comics”: Napoli ospita il fumetto al femminile

Condividi su

La creatività femminile nel difficile mondo dell’editoria del fumetto  si manifesta forte e determinata in questa storica e colorata esposizione.

Dopo New York e Roma  “Women in comics”, curata da Kim Munson e Trina Robbins,  sbarca a Napoli, dove l’associazione Quartieri Spagnoli, assieme a Missione Diplomatica degli Stati Uniti in Italia e coprodotta da Comicon e ARF! Festival, ha voluto ospitare questa memorabile collettiva di 22 artiste che, dagli anni ’50 a oggi, hanno contribuito alla evoluzione della concezione compositiva e contenutistica del fumetto nordamericano.

Sino al 31 ottobre prossimo a Montecalvario presso la Corte dell’Arte di FOQUS – Fondazione Quartieri Spagnoli si potranno ammirare le tavole che dai primi fumetti della metà del secolo scorso, sino alle tavole delle moderne 08, hanno costituito tappe importanti nell’espressività al femminile in questo settore.

Il linguaggio delle donne

La mostra non vuol essere una vera e propria indagine sul ruolo femminile nell’attività della nona arte, ma una svariata carrellata di stili e linguaggi, tali da percorrere tutte le tappe di questi settant’anni di cultura americana portata avanti con battaglie e prese posizione dalle donne.

Dai lavori di Trina Robbins, artista underground e paladina del femminismo, alle afroamericane Afua Richarson e Alitha Martinez, vincitrici tra l’altro, dell’Eisner Award, uno dei maggiori riconoscimenti conferito per meriti artistici nel campo dei fumetti. Ma anche Emil Ferris, la cui graphixc novel “La mia cosa preferita sono i mostri” è stata premiata come miglior opera straniera al Premio COMICON 2019.

Il panorama dei temi esplorati spazia dall’amore alla discriminazione, dalla sessualità  alla psichedelica anni ’70, alle storie per bambini o al fantasy epico.

Per citarne solo alcune delle autrici presenti vogliamo ricordare : Trinidad Escobar, artista e poetessa di origini filippine, Tillie Walden, Jen Wang, Joice Farmer.

COMICON Extra

L’esposizione è parte di un progetto più ampio: COMICON Extra, che si ripropone, con la collaborazione della Regione Campania, di divulgare e promuovere in tutto il territorio la cultura di questa arte che, al contrario che essere solo una occasione di svago o di mero intrattenimento ha e ha avuto un ruolo importante nella divulgazione di idee e concetti a volte innovativi, a volte scomodi o provocatori.


Condividi su