Contenuti e originalità di un gruppo anni ‘90: un nuovo disco per i Bluvertigo?

Condividi su

Il gruppo de’ Bluvertigo nasce ufficialmente nel ’94, ed è formato da quattro componenti: Morgan (frontman e basso), Andy (tastiere, sassofono, sintetizzatore), Marco (chitarra) e Sergio (batteria). La composizione rimarrà invariata nel tempo eccetto che per il subentro di Livio a Marco. L’esordio avviene a Sanremo giovani al quale partecipano ma senza riuscire ad arrivare al programma serale, pur piazzandosi terzi e ricevendo apprezzamenti dalla critica per il singolo Iodio. Qualche tempo dopo, nel 1995, con l’uscita dell’album Acidi e basi conquistano il pubblico. L’album segna l’inizio della trilogia chimica che porterà il gruppo a ottenere il disco d’oro e alla vittoria dell’European music Awards come miglior gruppo emergente del sud Europa.

Due anni più tardi, nel 1997, esce Metallo non metallo; in questo periodo aumentano i concerti e le partecipazioni a show di livello più elevato con le esibizioni al grande pubblico. Tra queste si ricordano soprattutto l’apertura di due concerti di calibro internazionale: gli Oasis a Milano e David Bowie a Lucca. Alla fine del decennio (e del millennio) esce infine Zero – ovvero la famosa nevicata dell’85, ultimo album della trilogia che appare più complesso nei testi e più ermetico nel significato. Le sonorità dei Bluvertigo rappresentano una rarità nel panorama musicale italiano degli anni ’90; mescolando il funky all’elettronica e strizzando l’occhio al pop e al rock. Nei dischi del gruppo si trovano riferimenti a grandi interpreti: dai Depeche Mode a David Bowie, passando per i Red Hot Chilli Peppers e il nostrano Franco Battiato, protagonista anche di un loro video musicale.

La band in seguito subisce una sorta di “congelamento”, una fase di stallo che non comporta lo scioglimento ufficiale ma ne sospende l’attività musicale. I componenti continueranno con le loro carriere da soliti, in vari ambiti: dal performer solista al produttore. Negli anni 2000 il gruppo farà alcune comparse accendendo speranze nei seguaci, per poi interrompere il sodalizio nel 2011. A distanza di un decennio c’è una notizia che circola tra i fan: l’uscita di un nuovo disco di inediti. L’annuncio è stato comunicato direttamente da Morgan, voce del gruppo, a fine febbraio. Il cantante avrebbe affidato ai social il pensiero a modo suo, provocando. “Lo volete un nuovo album di inediti dei Bluvertigo? Se arriviamo a 3000 lo voglio tra due mesi lo avrete”.

Il personaggio più conosciuto del gruppo – Morgan di cui abbiamo già parlato – è stato spesso nel corso degli anni al centro dell’attenzione per il suo comportamento anticonvenzionale e a volte fuori luogo pur dimostrando però di possedere una cultura musicale sconfinata. Negli scorsi anni ha partecipato anche a diverse edizioni del talent X Factor in qualità di giudice e lo scorso anno si è esibito sul palco dell’Ariston provocando ilarità per la vicenda col collega Bugo.

La reunion – comunicata in piena emergenza pandemica e a ridosso della primavera – è una ventata d’aria fresca per chi già seguiva il gruppo e ha voglia di riascoltare musica dal vivo e apprezzarne sonorità, luci, scenografia e spettacolo nel suo insieme.


Condividi su