Idee per un Carnevale fuori porta

Condividi su

Il Carnevale, si sa, è una festa particolarmente variabile, così come la Pasqua, a cui esso è strettamente legato. Oltre a cadere ogni anno in periodi diversi – proprio perché rientra nelle cosiddette feste mobili – questa ricorrenza si festeggia “in differita” anche durante il medesimo anno, a seconda delle zone d’Italia.

Nel 2022 ad esempio, a seconda del rito e della localizzazione, le occasioni per evadere dalla routine si presenteranno negli ultimi giorni di febbraio e nel primo weekend di marzo:

– Giovedì grasso: 24 febbraio – Carnevale (rito Romano): domenica 27 febbraio

– Martedì grasso: 1° marzo – Carnevale (Ambrosiano): sabato 5 marzo

Dopodichè inizia la Quaresima, periodo di (teorica) astinenza da pasti esagerati, in vista della Pasqua (in cui verranno recuperati tutti i kg persi). Ma questa è un’altra storia… Vediamo allora dove si festeggia maggiormente il Carnevale, per viverlo secondo la tradizione.

Amore nazionale

Se siete curiosi di conoscere le zone d’Italia per le quali il Carnevale è un must, e non vi spaventano gli affollamenti, le code, il traffico (che ci saranno, nonostante la pandemia)… allora non potete mancare le seguenti città – in cui per ora la festa è confermata:

  • Venezia – ovviamente la prima meta che salta alla mente di tutti. Le maschere ed i costumi veneziani sono pezzi d’arte, manifatture artigianali meravigliose e vederli tra i canali è un’esperienza unica da fare nella vita.
  • Fano – la tradizione per questa festività risale fino al Medioevo. Infatti, questo è uno dei più antichi e caratteristici festeggiamenti di tutta Italia.
  • Viareggio – Altra località in cui Carnevale è un’istituzione e in cui è possibile svolgere tantissime attività – che ne dite di una surfata con una muta di Arlecchino? Magari il prossimo anno.
  • Assisi – Davvero molto caratteristico, sia per i carri e le maschere utilizzati, che per l’ambientazione tra i viottoli del centro storico.
  • Arcireale (Catania) – Conosciuto di fama come il Carnevale più esagerato di tutta la Sicilia! Provare per credere.
  • Putignano (Bari) – Addirittura, questo è il Carnevale più antico d’Europa! Le classiche Maschere impallidiscono di fronte ai personaggi della tradizione pugliese.

Breve ma intensa fuga all’estero

Scappare dall’Italia: dove poterlo fare per 2-3 giorni senza spendere metà del tempo in viaggio? (Ma anche senza spendere un capitale). Con offerte a meno di 100€ per il volo a/r si possono trovare mete davvero stupende, in cui la tradizione del Carnevale è anche molto presente:

  • Malta – come tutto ciò che accade su quest’isola, anche questa festività è esagerata. Carri che sfilano, maschere, colori, profumi… nel clima temperato di queste coste da favola.
  • Barcellona – anche qui, tanto divertimento, coreografie, spettacoli, cibo, cerveza a volontà… ancora di più nella vicina Sitges, dove tutti si sbizzarriscono con travestimenti decisamente eccentrici.
  • Nizza – Sempre decisamente particolare: quest’anno la festa più colorata del mondo sarà a tema “Re degli Animali” con la tipica Battaglia dei Fiori.
  • Lisbona – Se volete avere un assaggio del Carnevale più conosciuto al mondo, questo è il suo diretto cugino europeo. Sì, stiamo parlando proprio dei fasti esagerati di Rio de Janeiro (se avete maggiore disponibilità di tempo e soldi, dovreste considerare un viaggetto in Brasile…)
  • Colonia – uno dei carnevali più grandi di tutta la Germania. Fiumi di birra, comune usanza, vi accompagneranno durante le sfilate dei carri e delle maschere folkloristiche.

 

Queste sono solo alcune idee, ma se per voi il Carnevale è solo un’altra ottima scusa per un weekend fuori porta, andare alla scoperta di nuovi scorci dell’Italia o di altri Paesi non è mai una cattiva idea. Mare, montagna, lago… anche solo per staccare la spina.

Non è detto poi, che in località meno rinomate non troverete altrettante splendide attrazioni carnevalesche, anzi! Potreste rimanere piacevolmente sorpresi. Le sfilate colorate e i divertimenti sono ovunque, in quanto simboli della festività, che la rendono una tra le più amate in assoluto, da grandi e piccini. Forse appena appena dopo il Natale.


Condividi su