Il packaging smart di Pizza Hut, ecco il box per i tifosi

Condividi su

In questo momento potresti non essere affatto vicino alle macchinette dell’ufficio, ma vogliamo comunque far salire alla ribalta l’operazione creativa legata al marchio più discusso che dovresti conoscere.

Per dare il benvenuto alla nuova stagione calcistica in Europa, Pizza Hut ha creato una campagna “12th Player Club” per i tifosi bloccati in casa a causa della pandemia di Covid-19.

La campagna e il suo prodotto, chiamato ‘Foosball Pizza Box’ e creato da Ogilvy, è progettato con un calcetto completamente giocabile integrato nel coperchio della scatola della pizza, offre “una fetta in più di divertimento calcistico” per i fan, mentre guardano il calcio a casa con amici.

“Il ‘Foosball Pizza Box’è stata una grande opportunità per ricordare agli appassionati di calcio che la pizza è ciò che si sposa meglio con il loro calcio”.

Afferma Wendy Leung, direttore marketing di Pizza Hut.

L’azienda fu fondata nel 1958 dai fratelli Dan e Frank Carney e l’idea di aprire una pizzeria fu suggerita loro da un vicino nel dormitorio universitario. Avevano un capitale iniziale di 600 dollari, che presero in prestito dalla loro madre e spesero perlopiù per i locali e per noleggiare attrezzatura di seconda mano. I fratelli, insieme all’amico John Bender, avviarono un’attività in un piccolo edificio nella loro città natale di Wichita, nel Kansas. La sera dell’inaugurazione, per attirare l’attenzione, fu distribuita pizza gratis a tutti i visitatori. Solo un anno dopo, il franchise ha aperto un punto Pizza Hut a Topeka, Kansas.

La campagna pubblicitaria di Pizza Hut ha sempre sottolineato che si tratta di un ristorante di famiglia. Fu lanciata un’offerta speciale per le cene del mercoledì sera –”Serata in famiglia”, un’azienda che è diventata un’alternativa ai fast food grassi e malsani.

Il logo dell’azienda viene richiamato nella mitica trilogia di “Ritorno al futuro” e “Terminator”. Inoltre uscì il gioco per computer “Teenage Mutant Ninja Turtles”, con il patrocinio di Pizza Hut, con il cui acquisto si riceveva un buono per una pizza omaggio. Durante il gioco, le Teenage Mutant Ninja Turtles si imbattevano costantemente nei simboli di Pizza Hut.

Come parte della promozione di “Terminator: Salvation”, Pizza Hut offre a tutti coloro che si chiamavano John Connor o Sarah Connor una pizza gratuita ovunque il 21 maggio.

La campagna ‘Foosball Pizza Box’ mostra perfettamente il proseguimento del branding attivo delle pizzerie a favore del ristorante “Family” e il mantenimento della popolarità del calcio:

“Vogliamo sempre andare oltre quando ci rivolgiamo al nostro pubblico e visto quanto è stata spossata la popolazione quest’anno, offrire del divertimento oltre il semplice cibo e dare vita a un’esperienza come questa, direttamente nella scatola della tua pizza, è il modo perfetto per far sorridere le persone”.

E a voi piace Pizza Hut


Condividi su